Fai da Te

Come Produrre Carta in Casa

La carta è un materiale presente in quasi tutte le nostre pratiche giornaliere, ne facciamo un grande uso e risulta essere anche uno dei materiali che si riciclano in maggior percentuale. La carta è uno dei prodotti più versatili e diffusi delle società moderne. In questa guida, ti descriverò come realizzare campioni di carta in casa, da proporre anche come insegnamento ai bambini per introdurli al concetto di riciclo e riutilizzo.

Occorrente
Telaio di legno
Setaccio con fori di circa 1 mm
Fogli di fòrmica
Bacinella
Mortaio con pestello
Brocca
Phon
Giornale o carta bianca
Erba o fiori (opzionali)
Spugna
Acqua

Se vuoi realizzare un foglio di carta in casa, o nella classe dei tuoi alunni, deve ottenere una sospensione di fibre di cellulosa in acqua, ma per ottenerle dal legno richiederebbe troppo tempo e fatica. Partirai, quindi, da fibre ricavate da carta da giornali. In questo modo, sperimenterai anche la possibilità di riciclare la carta.

Con delle assicelle di legno realizza un telaio di forma quadrata, e montaci sotto il setaccio, fermandolo al legno con dei chiodi. Questo sarà il tuo piano di lavoro, e su questo realizzerai il prodotto finale. Procedi inzuppando della carta di giornale che avrai fatto macerare per un giorno o due.

Prendi la carta macerata e spremi l’acqua in eccesso stringendola anche con le mani; poi pesta con il mortaio, po’ di carta alla volta fino ad ottenere una pasta omogenea, composta da fibre isolate le une dalle altre. Ripeti l’operazione fino ad ottenere una quantità sufficiente di pasta. Riempi per metà la bacinella con acqua, e metti la pasta di carta nella bacinella e mescola per separare le fibre.

Togli dalla pasta gli eventuali grumi, affinché rimanga una densa sospensione di fibre in acqua; immergi il telaio rivolto verso il basso nella sospensione acquosa della bacinella, ed estrailo lentamente tenendolo ben orizzontale, eventualmente muovendolo per omogeneizzare lo strato di fibre. Aspetta poi che l’acqua sia tutta scolata.

Appoggia la parte liscia di un foglio di formica sul foglio di carta ancora inzuppato d’acqua; premi un po’ sulla formica per fare scolare l’acqua, facendo attenzione a non deformare il setaccio, poi con una spugna, raccogli l’acqua da sotto e spremila via ogni tanto. Togli via il foglio di formica facendo in modo che il foglio di carta gli resti attaccato, e lascialo asciugare. Per fare prima, puoi asciugarlo con un phon.

Puoi produrre anche altri fogli di carta inserendo nella sospensione anche dell’erba pestata nel mortaio, o qualche petalo di fiore.La presenza di fibre vegetali di colore verde e marrone provenienti dall’erba conferirà ai fogli un fascino particolare. Anche l’aggiunta di petali contribuirà a rendere i fogli più belli. Puoi impiegare la carta che avrai prodotto anche per scrivere una lettera.

La carta che avrai prodotto con questo procedimento risulterà lucida da una parte e opaca dall’altra. La parte lucida è più adatta per scrivere. Questa carta è molto permeabile all’inchiostro, ma sarà possibile scriverci sopra usando penne biro. Se vuoi ridurre l’assorbenza della carta, mettila a bagno in una soluzione di acqua e gelatina, quindi falla nuovamente asciugare.

Back To Top